Il Parco Naturale Adamello Brenta, con i suoi paesaggi mozzafiato e la sua ricca biodiversità, è un luogo di straordinaria bellezza. Ma per le persone con ridotta mobilità, godere appieno di questo patrimonio naturale può essere difficile, se non impossibile.

Grazie al progetto “Parco Senza Frontiere”, ora tutti possono vivere un’esperienza immersiva nel cuore del parco, senza barriere fisiche. Attraverso la realtà virtuale, 30 luoghi iconici del parco sono stati resi accessibili a chiunque, indipendentemente dalle proprie capacità fisiche.

Tecnologia all’avanguardia per un’esperienza coinvolgente

Il progetto ha visto la creazione di un’applicazione di realtà virtuale che permette di esplorare il parco in modo interattivo. Sono stati acquisiti foto, video a 360°, foto aeree da drone e time-lapse in più di 30 dei punti più belli del parco. Per ognuno di questi punti, il materiale acquisito è stato rielaborato e montato, aggiungendo un voice-over che racconta all’utente le peculiarità e alcuni aspetti interessanti di ogni location.

I testi e i video sono stati progettati e realizzati al fine di essere fruibili da un ampio pubblico:

  • Il testo è sviluppato da Medialab con la tecnica easy-to-read, rendendolo accessibile anche a persone con difficoltà di lettura.
  • I video sono stati selezionati ed elaborati per ridurre al minimo eventuali sensi di nausea e fastidio da parte dell’utente, garantendo un’esperienza confortevole per tutti.
  • Per la realizzazione dei video è stato fatto ampio uso di cablecam e droni, offrendo prospettive uniche e suggestive del parco.

Un’app VR per tutti

L’applicazione VR, sviluppata dai nostri amici di NeoInfinity, è disponibile per i visori PICO e offre due modalità di utilizzo:

  • Autonoma: il fruitore dell’applicativo può liberamente scegliere quale contenuto visualizzare scegliendolo da una semplice mappa. I contenuti sono stati realizzati in più lingue, garantendo la possibilità di utilizzo ad un’audience internazionale.
  • Assistita: un operatore può aiutare il fruitore nella scelta tramite l’utilizzo di una companion app per dispositivi mobili. In questo modo si può far fruire dei contenuti anche utenti che hanno difficoltà nel effettuare la scelta dai menù in maniera autonoma.

Un progetto inclusivo per avvicinare tutti alla natura

Il progetto “Parco Senza Frontiere” è un esempio concreto di come la tecnologia può essere utilizzata per abbattere le barriere e rendere la natura accessibile a tutti. Grazie a questa iniziativa, persone con disabilità, anziani e chiunque abbia difficoltà a muoversi potranno finalmente godere della bellezza del Parco Naturale Adamello Brenta.

L’iniziativa ha previsto anche la distribuzione di alcuni visori alle RSA trentine, che li stanno attualmente utilizzando per permettere ai loro ospiti di raggiungere e visitare gli incantevoli angoli del Brenta che caratterizzano il loro territorio.

Categorie: In evidenzaProgetti